gnocchi con crema di radicchio

Gnocchi con crema di radicchio

Gli gnocchi con crema di radicchio sono un piatto tipicamente invernale, visto che lo stesso radicchio nei mesi più freddi dell’anno garantisce il massimo della bontà. Vi anticipiamo che la difficoltà legata alla preparazione di questa pietanza è veramente minima. Con i nostri consigli, potete riuscire a godervi un bel primo piatto anche se non siete degli esperti in cucina.

Ingredienti

Gnocchi di patate

2 cespi di radicchio trevigiano

50g cipolle

6 cucchiai olio extravergine d’oliva

1 pizzico sale

1 pizzico pepe

 

Preparazione 

Riempite una pentola con acqua abbondante e leggermente salata, appena quest’ultima comincia a bollire versateci dentro gli gnocchi. Tenetevi pronti a tirarli su con una schiumarola appena li vedrete salire a galla (questo indicherà che sono cotti). Versateli poi in una terrina con un paio di cucchiai d’olio extravergine e mescolateli in modo che non si attacchino. Prestate molta attenzione a questo passaggio se volete assicurarvi degli ottimi gnocchi alla crema di radicchio.

Adesso lavate bene il radicchio ed eliminate il gambo finale duro, tagliatelo poi in pezzetti da 2 cm circa. Pulite poi la cipolla e tagliate anche questa in piccoli pezzi. Versate la cipolla in una padella, con giusto 4 cucchiai di olio extravergine e lasciate cuocere un paio di minuti. Aggiungete poi il radicchio a pezzi e cuocete per 5 minuti mescolando ogni tanto il tutto.

Manca poco… 

Arrivati a questo punto versate metà dell’altro radicchio nel bicchiere del frullatore ad immersione, insieme a 2 cucchiai di olio extravergine e ad un paio di cucchiai d’acqua (preferibilmente quella utilizzata per cuocere gli gnocchi). Premete il pulsante e frullate fino a quando non otterrete la crema del radicchio. Versate ora gli gnocchi nella padella con il radicchio e aggiungete la crema, ricordandovi di mescolare con cura.
Voilà, i vostri gnocchi con crema di radicchio sono pronti per essere gustati!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *