Risotto all'arancia ricetta

Risotto all’arancia ricetta

Il risotto all’arancia preparato con la nostra ricetta è un piatto fresco, leggero ed elegante.
È infatti consigliato sia per una classica cena in famiglia, sia per una rimpatriata con gli amici di sempre. Il suo sapore inconfondibile è un qualcosa di unico e sensazionale, una volta assaggiato se ne innamorano tutti: grandi e piccoli. Possiamo definirlo un parente del risotto al limone, quindi se avete assaggiato anche questa pietanza e siete rimasti soddisfatti, senza dubbio apprezzerete anche questa. Provare per credere…
Parliamo di un piatto abbastanza semplice da realizzare anche per chi non è un esperto in cucina, inoltre occorrono solamente 30 minuti per prepararlo.
E allora non perdiamo tempo, prepariamo insieme questa simpatica pietanza che l’acquolina in bocca comincia a farsi sentire.

Risotto all’arancia ricetta, ricetta

La quantità di risotto all’arancia preparato con la nostra ricetta vi consentirà di preparare ben 4 porzioni, quindi se avete più ospiti a casa o siete più persone in famiglia, regolatevi voi.
Niente paura per il costo degli ingredienti, parliamo di un piatto molto economico e accessibile a tutti.

  • Riso Carnaroli 350 g
  • Cipolle 1
  • Burro 50 g
  • Arance biologica 1
  • Grana Padano DOP da grattugiare 30 g
  • Vino bianco
  • Erba cipollina tritata 3 cucchiai
  • Sale fino
  • Pepe bianco
  • Brodo vegetale 1 l

Per prima cosa, occupatevi di lavare l’arancia sotto all’acqua corrente e di rimuovere la buccia con il pelapatate, facendo ovviamente attenzione alla parte bianca. Quindi spremete l’arancia e mettete il succo in una piccola ciotola. Adesso tagliate la buccia a listarelle molto fini e fatele sbollentare in un tegame con dell’acqua.
Arrivati a questo punto prendete la cipolla, tritatela finemente e fatela soffriggere nel burro fuso, dopodiché aggiungete anche il riso. Fatelo tostare giusto per qualche minuto e poi sfumate con del vino bianco. Utilizzate i coperchi magici per velocizzare la cottura e di conseguenza per consumare anche meno gas.
Infine, aggiungete in padella anche il succo di arancia.

Continuate a mescolare, in modo da amalgamare bene insieme tutti gli ingredienti e aggiungete del brodo nel caso si fossero seccati. Giusto qualche minutino prima che la cottura si concluda, andate ad aggiungere anche i bastoncini di arancia insieme all’erba cipollina. Se necessario fate una piccola spolverata di sale e pepe bianco macinato.
Quindi spegnete il gas e aggiungete Grana Padano DOP grattugiato e una noce di burro per mantecare.
Ci siamo, potete servire a tavola il riso ancora caldo, ma non dimenticate di decorare il piatto con i bastoncini di arancia e se volete anche con qualche filo di cipollina.
Siamo sicuri che se avete seguito pari passo le nostre indicazioni vi starete leccando i baffi!

Consigli e conservazione

Vi consigliamo di mangiare il risotto all’arancia preparato con la nostra ricetta al momento, ancora caldo.
Sarebbe un peccato doverlo conservare in frigo, il sapore cambierebbe e rischiereste di non gustare il piatto prelibato preparato con cura e amore.
Se alla nostra ricetta volete aggiungere qualche altro ingrediente, potete optare per il taleggio, o se preferite della robiola o mascarpone. Le opzioni non mancano di certo…

 

immagine di rossaranciasicilia.it
Pasta e ricotta ricetta

Pasta e ricotta ricetta

La pasta e ricotta preparata con la ricetta di VenturMagic è molto rapida da realizzare, infatti è consigliata in quelle giornate in cui il tempo a disposizione per cucinare è poco. Parliamo di un piatto semplice ed economico, ma che vi farà fare comunque bella figura con gli amici a pranzo. Inoltre, è una valida soluzione anche per un pranzetto familiare, infatti è molto apprezzata dai bambini.
Con la sua semplicità e naturalezza, questa ricetta è riuscita a conquistare davvero tutti, anche i più scettici. Vi anticipiamo fin da subito che sono tante le varianti per prepararla, infatti potete anche optare per quella con le fave, basilico, pappardelle con zucchine, ecc. Ma noi vi mostreremo come preparare quella classica.

Pasta e ricotta ricetta, ingredienti

La quantità di pasta e ricotta proposta per la nostra ricetta vi consentirà di preparare 4 porzioni, quindi regolatevi voi se avete più ospiti a casa. Come già anticipato sopra, per preparare questa pietanza occorre davvero poco tempo, infatti bastano solo 25 minuti da dedicare ai fornelli.

  • Fusilli 320 g
  • Ricotta vaccina 350 g
  • Parmigiano Reggiano DOP da grattugiare 70 g
  • Panna fresca liquida 70 g
  • Sale fino
  • Pepe nero
  • Timo

Per cominciare, mettete a bollire una pentola di acqua sul gas e quando quest’ultima raggiungerà i 100° calate la pasta (scegliete la tipologia che preferite di più). Fatela cuocere con il coperchio magico, in modo da velocizzare il tempo di cottura e di conseguenza per abbassare i costi della bolletta.
Adesso dedicatevi al condimento, quindi utilizzate una spatola per setacciare la ricotta in una ciotola attraverso un colino avente le maglie strette. Poi aggiungete anche il Parmigiano grattugiato, la panna fresca e con un cucchiaio di legno grande amalgamate bene tutti gli ingredienti.
Infine, aggiungete anche le foglioline di timo e aggiustate di pepe e sale. Di conseguenza con il cucchiaio in legno fate un’altra bella girata.

Arrivati a questo punto la pasta sarà cotta (ricordatevi di toglierla 2/3 minuti prima del tempo di cottura, in modo da gustarla al dente), quindi scolatela e conservate giusto un bicchierino di acqua di cottura. Versate la pasta all’interno della ciotola contenente il composto di ricotta e amalgamate di nuovo. Se notate che la ricotta sia secca, aggiungete tranquillamente un po’ d’acqua di cottura, in modo da renderla più cremosa e gustabile.
Ci siamo: la vostra pasta con la ricotta è pronta per essere servita a tavola. Se avete seguito punto dopo punto i nostri consigli, vi leccherete i baffi!

Conservazione e consigli

E anche per la pasta e ricotta preparata con la nostra ricetta non mancano le chicche di fine articolo: vi suggeriamo fin da subito di consumarla al momento, ancora calda. Ma nel caso dovesse avanzare qualche porzione di pasta, potete conservarla in un contenitore ermetico nel frigorifero per massimo due giorni (ovviamente non aspettatevi di gustare lo stesso sapore).
Se volete cambiare qualcosina alla nostra ricetta, vi consigliamo il pecorino romano al posto del parmigiano grattugiato, oppure, per quanto riguarda la ricotta, utilizzate quella metà di quella vaccina e metà di quella di pecora.

blog.giallozafferano.it mi
mozzarella stick ricetta

Mozzarella stick ricetta

La mozzarella stick presenta una ricetta molto semplice da realizzare, parliamo ovviamente dei simpatici finger food che tutti abbiamo divorato per lo meno una volta nella vita durante un aperitivo. Spesso e volentieri vengono proposti anche dalle grandi catene di fast food, uno sfizio a cui diventa davvero difficile rinunciare.
Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, possiamo dirvi che questi stick sono molto simili alla mozzarella in carrozza, quindi sul gusto c’è poco da obiettare.
Potete servirli accompagnando diverse salse: greca, barbecue, piccante, ecc, ma noi vogliamo proporvi una tutta nostra…

Mozzarella stick ricetta, ingredienti

La mozzarella stick viene preparata con una ricetta abbastanza intuitiva e rapida da realizzare, con la quantità di ingredienti da noi proposta potrete gustarvi ben 12 pezzi. Per quanto riguarda il tempo di preparazione, invece, occorre solamente una mezz’oretta.
Invece, sul costo degli ingredienti potete stare tranquilli, è molto basso e accessibile a tutti.

  • Mozzarella (per pizza) 240 g
  • Farina 00 100 g
  • Uova medie 3
  • Pangrattato 100 g
  • Corn flakes (non zuccherati) 80 g
  • Sale fino 1 cucchiaino

PER LA SALSA PICCANTE

  • Pomodori pelati 350 g
  • Cipolle bianche 1
  • Panna fresca liquida 100 g
  • Aglio 2 spicchi
  • Peperoncino fresco 2
  • Sale fino 1 cucchiaino
  • Zucchero di canna 1 cucchiaino
  • Olio extravergine d’oliva 10 g

PER FRIGGERE

  • Olio di semi di arachide

Per velocizzare il processo, cominciate a preparare la salsa speziata, quindi mondate l’aglio, la cipolla e il peperoncino. In un tegame fate scaldare un filo d’olio per qualche minutino e poi versate tutto dentro, unite anche zucchero, pelati e un pizzico di sale. Arrivati a questo punto fate cuocere per circa un quarto d’ora, utilizzando il coperchio magico. 
Una volta passato il tempo in questione, versate anche la panna e amalgamate bene, lasciando cuocere per qualche minuto. Poi spegnete il gas e frullate tutto con il minipimer.

Adesso è arrivato il momento di occuparsi degli stick, quindi tagliate la mozzarella dandogli la forma di 3 bastoncini rettangolari. Preparate 3 ciotole: una per la farina, una per le uova sbattute (aggiungete un po’ di sale) e una per pangrattato e corn flakes.
Adesso l’iter da seguire è il seguente per tutti i bastoncini: immergeteli prima nella ciotola con la farina, poi in quella dell’uovo ed infine in quella con il pangrattato e i corn flakes.
È arrivato il momento di friggere i bastoncini nell’olio a 170° per qualche minuto, massimo due alla volta, in modo da non far abbassare la temperatura dell’olio. Vi accorgerete che saranno pronti quando dorati, a quel punto scolateli con una schiumarola e poneteli si una carta da cucina, in modo da far assorbire l’olio in eccesso.
Date un tocco di classe con la salsa piccante e serviteli a tavola!

Consigli e conservazione

La mozzarella stick preparata con la nostra ricetta necessita di essere consumata al momento, conservarla in frigo farebbe andare tutti gli ingredienti a male. Potete però preparare la salsa in anticipo di qualche giorno se volete velocizzare i tempi di preparazione e conservarla in frigo tranquillamente.
Se volete aggiungere ancora qualcosina a questa fantastica ricetta, profumare i corn flakes con del timo o rosmarino tritati.

immagine di cucina.fidelityhouse.com
pasta e piselli ricetta

Pasta e piselli ricetta

Pasta e piselli è una ricetta che si prepara in pochissimi minuti e con ingredienti del tutto naturali, parliamo di un piatto da poter cucinare in momenti in cui il tempo stringe, ma non volete rinunciare ad un ottimo piatto da gustare.
Inoltre, è molto facile da preparare, anche per chi non ha familiarità con i fornelli. Ve lo garantiamo!
I protagonisti indiscussi di questa pietanza sono ovviamente i piselli, buoni da mangiare e belli da vedere coreograficamente nel piatto. Il loro colore vivace inoltre può essere abbinato anche alla fantasia della tavola, un particolare non da poco…
Vedrete che anche i più piccoli resteranno senza parole dopo aver assaggiato questa pietanza. Ma tuffiamoci a capofitto nella ricetta e prepariamolo quanto prima!

Ingredienti

Come vi abbiamo già accennato, pasta e piselli è una ricetta che possono preparare tutti senza problemi, inoltre occorrono solamente 40 minuti per prima di poterla gustare. Con qualche soldino riuscirete benissimo a comperare tutti gli ingredienti riportati in basso. La quantità selezionata vi permetterà di preparare 4 porzioni.

  • Ditaloni Rigati 320 g
  • Pisellini freschi interi da sgranare 1 kg
  • Cipollotto fresco 100 g
  • Olio extravergine d’oliva 30 g
  • Parmigiano Reggiano DOP grattugiato 30 g
  • Pepe nero
  • Sale fino

Per prima cosa, mettete a bollire una pentola d’acqua capiente e salate abbondantemente. Poi sbucciate i piselli e metteteli in una ciotola, quindi eliminate la base del cipollotto e tagliatelo a piccole fettine. Adesso versate dell’olio in una padella, fatelo rosolare qualche minuto a fiamma bassa ed infine versateci dentro il cipollotto che avete fatto a fettine. Infine, versate anche un po’ d’acqua di cottura e lasciate stufare per una decina di minuti.
Passato questo tempo, versate nella padella anche i piselli, date una piccola spolverata di sale e pepe. Dopodiché aggiungete un altro po’ d’acqua di cottura e lasciate cuocere per circa 10 minuti.

L’acqua in pentola sarà arrivata a 100°, quindi calate la pasta e fatela cuocere giusto per 5 minuti, poi trasferitela nella padella con i piselli. Fatela cuocere, versando attentamente un po’ di acqua di cottura, in modo da non farla attaccare ai piselli (utilizzate il coperchio magico per risparmiare tempo). Il tempo di cottura rimanente dovrebbe essere di altri 5 minuti, ma per non sbagliarvi controllate sulla confezione.
Non appena la pasta sarà cotta aggiungete in padella anche il Parmigiano Reggiano grattugiato, quindi con un cucchiaio in legno grande amalgamate tutti gli ingredienti. Questo passaggio è molto importante, perché darà sapore a tutto. Ci siamo, la vostra pasta e piselli è pronta per essere servita a tavola bella calda.

Pasta e piselli ricetta, consigli e conservazione

Se volete aggiungere un qualcosa in più alla pasta e piselli della nostra ricetta, vi suggeriamo di fare una bella spolverata con la noce moscata. Se invece non potete proprio rinunciare alle erbe profumate, allora aggiungete qualche fogliolina di timo.
Vi consigliamo di consumare questa pietanza al momento e quindi ancora calda, ma se nel caso dovesse avanzare, potete conservarla nel frigorifero in un contenitore ermetico (chiuso bene), per circa un’ora.
È sconsigliata la congelazione della pasta, ma non quella dei piselli, nel caso fossero freschi.

Pasta ai 4 formaggi originale

Pasta ai 4 formaggi originale

La pasta ai 4 formaggi originale è un piatto tipico della tradizione italiana, apprezzato sia dai grandi che da i più piccoli. Pensate che il suo sapore è amato anche dagli americani, infatti viene proposto nella maggior parti dei ristoranti che si trovano oltreoceano, solo che lì viene denominata maccheroni cheese. Quindi già questo può bastarvi per farvi capire la bontà di questa ricetta. Quest’ultima, ovviamente può essere modificata come preferite, aggiungendo altri ingredienti, ma la nostra proposta è quella classica: ovvero la cremosa tradizionale.
Immaginiamo che avete già l’acquolina in bocca, quindi non perdiamoci in altre parole ed entriamo subito nel cuore della ricetta.

Pasta ai 4 formaggi originale

La pasta ai 4 formaggi originale è molto semplice e veloce da preparare, infatti occorre meno di mezz’ora. Per intenderci, parliamo di uno di quei piatti da preparare senza stress a casa, dopo un’intera giornata di lavoro passata fuori.

  • Pennette Rigate 320 g
  • Taleggio morbido 80 g
  • Parmigiano Reggiano DOP 80 g
  • Gorgonzola dolce 100 g
  • Groviera da grattugiare 80 g
  • Latte intero 180 g
  • Pepe bianco 1 pizzico
  • Sale fino

Prima di cominciare con la preparazione, mettete a bollire dell’acqua in una pentola abbondante e quando raggiungerà i 100° buttate le pennette rigate. Per velocizzare la cottura, utilizzare il coperchio magico, così risparmierete anche sulla bolletta del gas.
È arrivato il momento di occuparci dei formaggi: grattugiate il groviera utilizzando una grattugia a maglie larghe,  fate il taleggio a piccoli cubetti ed infine fate a pezzetti il gorgonzola (ovviamente dopo aver rimosso la crosta esterna).

Adesso mettete a scaldare per qualche minuto del latte all’interno di una casseruola e successivamente aggiungete il gorgonzola e il taleggio. Quindi con un cucchiaio grande in legno girate tutti gli ingredienti, in modo da aiutarli nello scioglimento. Quando si creerà un composto uniforme aggiungete anche il groviera e il parmigiano grattugiato.
Continuate a girare il tutto con il cucchiaio in legno e poi spegnete il gas.
La pasta che avevate in pentola arrivati a questo punto sarà pronta per essere scolata all’interno di una schiumarola (recuperate un po’ di acqua) e aggiunta alla crema di formaggi.

Date quindi una piccola spolverata di pepe e se necessario anche di sale fino. Per l’ultima volta amalgamate nuovamente tutti gli ingredienti e teneteli in caldo per qualche minutino.
Ci siamo, è arrivato il momento di servire a tavola la pasta ancora calda e cremosa e di godersi lo spettacolo!
Se avete seguito attentamente la ricetta, starete gustando un piatto fuori dal comune…

Conservazione e consigli

Diversamente dalle altre ricette, qui siete quasi ‘costretti’ a consumare al momento la pasta ai 4 formaggi originale perché il raffreddamento solidificherebbe il formaggio e di conseguenza la cremosità scomparirebbe. Potete però preparare con qualche giorno di anticipo la salsa al formaggio e conservarla nel frigorifero per un massimo di due giorni.
Se non amate particolarmente i formaggi che abbiamo scelto, potete benissimo sostituirli con quelli che preferite di più (ovviamente prestate attenzione ad equilibrarli tutti tra di loro).
Infine, se gradite, potete anche aggiungere alla pasta dei cubetti di prosciutto cotto.

 

immagine di buonissimo.it
risotto ai funghi porcini ricetta

Risotto ai funghi porcini ricetta

Il risotto ai funghi porcini è una ricetta storica ma sempre piacevole da riproporre, parliamo di una pietanza composta esclusivamente da ingredienti naturali. Infatti i sapori della terra regalano un gusto particolare, anche i più scettici cambieranno idea.
Ci teniamo a dirvi che questo piatto può essere gustato sia con la famiglia che insieme a degli ospiti per una cenetta chic. Non a caso ve lo proponiamo durante la stagione autunnale, quando le temperature cominciano ad abbassarsi e si cerca qualcosina di caldo da mangiare.
Siamo certi che vi innamorerete di questa ricetta, anche i più piccoli apprezzeranno!

Ingredienti

Vi diciamo fin da subito che il risotto ai funghi porcini presenta una ricetta molto semplice da realizzare, quindi potete divertirvi in cucina anche se non siete degli esperti ai fornelli. Il tempo di preparazione è di 45 minuti, quindi assicuratevi un’oretta libera per sicurezza.
Per quanto riguarda il costo degli ingredienti, invece, non vi nascondiamo che è abbastanza alto, i funghi infatti si fanno rispettare…ma niente di esagerato.

  • Riso Carnaroli 320 g
  • Funghi porcini 400 g
  • Brodo vegetale 1 l
  • Cipolle dorate piccola 1
  • Aglio 1 spicchio
  • Burro 30 g
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • Sale fino
  • Pepe nero
PER MANTECARE E GUARNIRE
Parmigiano Reggiano DOP da grattugiare 50 g
Burro 30 g
Prezzemolo da tritare 2 cucchiai

Prima di cominciare, preparate il brodo vegetale e poi dedicatevi alla pulizia dei funghi. Quindi con un coltellino rimuovete la corteccia esterna e raschiate il gambo. Con un panno invece, assicuratevi di rimuovere tutti i residui di terra e se non vanno via passate i funghi sotto all’acqua corrente. Subito dopo però asciugateli bene con un panno, in modo da non fargli assorbire l’acqua. Quando li avrete puliti tutti, tagliateli a fettine di 7/8 mm.
Dopodiché passate ai fornelli: prendete una padella antiaderente e versateci un filo d’olio e uno spicchio d’aglio, quindi fate soffriggere per qualche minutino. Poi alzate la fiamma e aggiungete i funghi, fate cuocere per 10 minuti. Infine aggiustate di sale e pepe a vostro piacimento.

Quando il riso sarà diventato trasparente fatelo cuocere aggiungendo un mestolo di brodo vegetale un po’ alla volta e mescolate di tanto in tanto (utilizzate il coperchio magico per velocizzare il processo e consumare quindi meno gas). Giusto qualche minuto prima della cottura, quando sarà al dente, aggiungete nella padella anche i funghi porcini e continuate a far cuocere.
Il riso dopo poco sarà cotto, mantecate andando ad aggiungere il burro e il parmigiano grattugiato (a fuoco spento).
Se il riso sarà secco e quindi attaccato, versate un altro mestolo di brodo vegetale, infine, chiudete aggiungendo un po’ di prezzemolo tritato.
Ci siamo, il risotto è pronto per essere mangiato, potete servirlo a tavola. Buon appetito!

Risotto ai funghi porcini ricetta, conservazione e ricetta

Nel caso dovesse avanzare, il risotto ai funghi porcini preparato con questa ricetta può essere conservato nel frigorifero per massimo due giorni, all’interno di un contenitore ermetico (assicuratevi di averlo chiuso bene).
È però assolutamente sconsigliata la congelazione.
Nel caso in cui non riusciste a trovare dal fruttivendolo i funghi porcini freschi, potete utilizzare anche quelli secchi, che andrete a sbollentare prima della cottura.

 

Spaghetti gorgonzola e noci

Spaghetti gorgonzola e noci

Gli spaghetti gorgonzola e noci sono una pietanza veloce da preparare, apprezzata da tutti quelli che amano i primi piatti sfiziosi e prelibati. Gli ingredienti sono tutti naturali e quindi i sapori sono molto concentrati, sia del formaggio che delle noci.
Parliamo di un piatto sempre più richiesto nei ristoranti italiani, proprio perché composto da ingredienti naturali e perché abbastanza economico. Infatti, con pochi soldi potete benissimo pensare di prepararlo a casa, sia per un pranzo familiare che con gli ospiti.
E allora, basta dilungarci con le parole, preparate gli ingredienti e cuciniamo insieme questa fantastica pietanza!

Spaghetti gorgonzola e noci, ingredienti

Gli ingredienti che trovate in basso sono stati quantificati per poter preparare quattro porzioni di spaghetti gorgonzola e noci. Come vi abbiamo già anticipato in apertura, la preparazione di questa pietanza è molto veloce, infatti occorrono solamente 25 minuti.
Un piatto ideale da cucinare quando il tempo è poco, oppure quando la sera arrivate stanchi, dopo un’intera giornata passata fuori.

  • Gorgonzola dolce 350 g
  • Trofie 320 g
  • Panna fresca liquida 150 g
  • Gherigli di noci 100 g
  • Timo
  • Pepe nero
  • Sale fino

Prima di tutto, mettete sul fuoco una pentola con l’acqua e quando comincerà a bollire salate a vostro piacere. Poi prendete i gherigli di noci e poneteli su un tagliere di legno, con un coltello sminuzzateli e poi metteteli da parte.
Adesso è il momento di passare al gorgonzola: con un coltello togliete la scorza e poi fate tanti piccoli cubetti.
In una pentola grande versate la panna e fate scaldare per un paio di minuti a fiamma bassa, dopodiché aggiungete anche i cubetti di gorgonzola. Utilizzate il coperchio magico per velocizzare il processo e ottenere un risultato ottimale.
Nel frattempo calate gli spaghetti nella pentola e ricordatevi ti scolarla con qualche minuto di anticipo rispetto al tempo di cottura indicato sulla confezione. Quindi immergetela nell’altra pentola insieme agli ingredienti e amalgamate bene con un cucchiaio di legno grande.

Arrivati a questo punto unite agli ingredienti anche le noci sminuzzate che avevate messo da parte, quindi amalgamate di nuovo il tutto, per dare agli spaghetti un sapore denso e forte. Questo passaggio è molto importante, se dimenticate di amalgamare il sapore che prenderanno gli spaghetti sarà troppo leggero.
Ci siamo! Il vostro piatto è pronto per essere servito a tavola, ancora caldo.
Se avete seguito alla lettera la nostra ricetta, vi leccherete i baffi, non potrebbe essere altrimenti…

Conservazione e consigli

Come per la maggior parte delle nostre ricette, anche qui vi consigliamo di consumare al momento gli spaghetti gorgonzola e noci, in modo da poter gustare i sapori forti degli ingredienti. Ma nel caso dovesse avanzare un po’ di pasta, buttarla sarebbe un peccato, potete conservarla massimo per un giorno nel frigorifero e riscaldarla dopo qualche minuto prima di pranzare. Oppure, potete conservare un po’ di pasta da gratinare in forno il giorno successivo.
Se alla ricetta che vi abbiamo proposto sentite che manca qualcosa e potete aggiungere il formaggio grattugiato come il Pecorino o il Parmigiano.

immagine di toomaki.it
Risotto birra e speck

Risotto birra e speck

Il risotto birra e speck è uno dei piatti più divertenti di sempre, solitamente preparato per una cena con gli amici o per occasioni friendly. Ma è anche una valida opzione per un pasto da preparare in poco tempo, una di quelle sere in cui si torna dall’ufficio stanchi e senza idee.
Parliamo di una pietanza semplice da realizzare, ma che non vi deluderà assolutamente, anzi, il suo sapore è molto apprezzato da tutti.
Questo perché la birra dà quel tocco di classe che colora il riso e delizia il palato, mentre lo speck completa l’opera. Inoltre, va aggiunto anche il formaggio, utile per dare cremosità alla pasta. Potete optare per la ricottina, il mascarpone oppure la rabiola.

Risotto birra e speck, ingredienti

La quantità di ingredienti da noi selezionata vi permetterà di preparare 4 porzioni di risotto birra e speck, quindi se siete più persone a tavola, aumentate le dosi. Il tempo di preparazione è veramente irrisorio, basta solamente una mezz’oretta. Il costo degli ingredienti, invece, è abbastanza intermedio, nessuna paura.

  • Riso Carnaroli 320 g
  • Birra scura 330 ml
  • Speck 150 g
  • Ricotta vaccina 100 g
  • Burro 30 g
  • Cipolle piccola 1
  • Prezzemolo tritato 2 cucchiai
  • Brodo vegetale 1 l
  • Pepe nero
  • Sale fino

Per cominciare, sbucciate la cipolla, tritatela finemente e poi mettetela da parte. Stesso discorso anche per il prezzemolo, con un coltello da cucina tagliatelo finemente, ovviamente dopo averlo lavato. Adesso prendete lo speck e tagliatelo a dadini.
Sul fuoco mettete una padella larga, fate sciogliere il burro e poi aggiungete la cipolla tritata (fatela cuocere per una decina di minuti). Dopodiché andate ad aggiungere anche i dadini di speck e girate con un cucchiaio, in modo da far amalgamare tutti gli ingredienti presenti in padella. Fateli saltare per giusto qualche minuto, poi mettetene da parte giusto un paio, serviranno per decorare il piatto.

Arrivati a questo punto versate il riso, fatelo tostare (coprite con un coperchio magico per velocizzare la cottura) e poi versate la birra un po’ alla volta, in modo da far prendere al riso l’intero sapore. Quando quest’ultima sarà stata assorbita interamente dal riso, fate la stessa cosa con il brodo vegetale: versate un po’ alla volta, fino a fine cottura.
Infine, aggiungete in padella anche la ricotta, girate con un grosso cucchiaio in legno, fino a farla sciogliere. Darà quella cremosità che renderà il piatto unico e succulento.
Adesso spegnete il fuoco e aggiungete anche il prezzemolo tritato con le mani, quindi potete servire il piatto a tavola ancora caldo. Se avete seguito attentamente la nostra ricetta, vi starete leccando i baffi!

Risotto birra e speck, conservazione e consigli

Vi anticipiamo fin da subito che il risotto birra e speck deve essere consumato al momento, la congelazione è assolutamente sconsigliata. Nel caso dovesse avanzare un po’ di pasta, potete al massimo conservarla nel frigorifero per qualche giorno, in un contenitore ben sigillato.
Come vi abbiamo già detto in apertura, la scelta del formaggio è abbastanza personale, utilizzate quello che preferite di più. Ricordate però di sceglierne uno che abbia un sapore abbastanza delicato.

 

 

immagine di termometropolitico.com
Spaghetti con l'astice

Spaghetti con l’astice

Gli spaghetti con l’astice sono un piatto prelibato e succulento, dove il sapore del mare si va ad amalgamare insieme a quello della terra. Se state cercando una ricetta composta esclusivamente da ingredienti naturali, questa è quella che fa per voi.
Parliamo di un primo molto elegante e prelibato, da servire sicuramente per le migliori occasioni. Infatti, il costo dell’astice è abbastanza alto e quindi viene solitamente proposto per festeggiamenti o ricorrenze particolari.
Resterete sicuramente entusiasti di questo piatto, chiunque lo assaggia difficilmente resta indifferente dinanzi a tanta bontà…provare per credere!
Ma non perdiamoci in altre parole e tuffiamoci subito in questa fantastica ricetta.

Spaghetti con l’astice, ingredienti

La quantità di ingredienti che abbiamo selezionato in basso, vi consentirà di preparare quattro porzioni di spaghetti con l’astice (regolatevi voi se i commensali sono di più). Il tempo di preparazione è invece di circa 50 minuti, non di più.

Spaghetti 400 g
Astice 1 kg
Scalogno 50 g
Aglio 2 spicchi
Olio extravergine d’oliva 30 g
Prezzemolo da tritare 30 g
Passata di pomodoro 750 g
Vino bianco 60 g
Sale fino
Pepe nero

Per cominciare, occupatevi dei due astici: con un coltello divideteli entrambi a metà seguendo la lunghezza del corpo, poi rompete le chele con uno schiaccianoci, in modo da far uscire i liquidi dalla carne. Adesso tritate molto finemente lo scalogno, mettetelo in una padella insieme ad un filo di olio e agli spicchi di aglio. Dopo qualche minutino l’aglio diventerà dorato, quindi rimuovetelo e aggiungete nella padella i due astici, facendoli saltare giusto tre minuti.
Sfumate con il vino bianco e fate cuocere per altri due minuti. Arrivati a questo punto versate la passata di pomodoro, fino a quando il sugo non si sarà asciugato (durante la cottura girate ogni tanto gli astici, in modo da cuocerli in maniera uniforme). Quando quest’ultimi saranno cotti, toglieteli dalla padella e adagiateli su un tagliere, lasciando cuocere i pomodori per un altro quarto d’ora. Regolate a vostro piacere il sale e il pepe.

Mettete sul fuoco una pentola con l’acqua, salatela e quando comincerà a bollire versate gli spaghetti. Fateli cuocere al dente, utilizzando un coperchio magico. Quando la pasta sarà cotta versatela nella padella con il sugo, quindi con un cucchiaio grande di legno giratela bene, in modo da farle assorbire perfettamente la salsa e il sapore.
È arrivato il momento di tagliare la polpa dell’astice a tocchetti e di recuperare anche quella contenuta all’interno delle chele. Aggiungete una parte della polpa nella padella e fate saltare gli spaghetti per qualche altro minuto.
Dopodiché aggiungete anche il prezzemolo tritato e passate la pasta nei piatti.
Se volete fare una bella decorazione, potete utilizzare il coppapasta e guarnire sia con l’astice che con la polpa messa da parte in precedenza. Buon appetito!

Conservazione e consigli

Vi sconsigliamo assolutamente la congelazione degli spaghetti con l’astice, quindi siete quasi obbligati a consumarli al momento. Se la nostra ricetta non vi basta e volete qualcosa in più, vi suggeriamo di aggiungere le cozze, oppure potete sostituire l’astice con l’aragosta.

immagine di itticademarstore.it
Pasta e lenticchie ricetta

Pasta e lenticchie ricetta

Pasta e lenticchie preparata con la ricetta di Ventur Magic è una vera e propria squisitezza, parliamo di un piatto che mette d’accordo tutta la famiglia. Infatti, più che nei ristoranti, viene proposto solitamente in casa, soprattutto quando le temperature sono fredde.
Ma anche durante le stagioni più calde deve essere cucinato di tanto in tanto, visto che si tratta di una pietanza ricca di ferro, fibre e vitamine. E quindi, chi non ama particolarmente la carne (una miniera di ferro) può benissimo recuperare con le lenticchie.
La tipologia di pasta scelta può variare in base alle vostre preferenze, infatti c’è chi preferisce i tubetti, la pasta mista, gli spaghetti spezzati e chi addirittura i maltagliati. Inoltre potete cucinarla sia brodosa che asciutta.
Nella nostra ricetta, abbiamo voluto aggiungere anche la pancetta, un vero e proprio tocco di classe che vi farà gustare questo piatto ancora di più.

Pasta e lenticchie ricetta, ingredienti

La quantità di ingredienti selezionata per preparare la pasta e lenticchie con la nostra ricetta vi consentirà di ottenere quattro porzioni. Il tempo di preparazione richiede un’oretta abbondante, se seguite attentamente tutto l’iter.

  • Ditaloni Rigati 350 g
  • Lenticchie 200 g
  • Pancetta affumicata 80 g
  • Passata di pomodoro 100 g
  • Carote 80 g
  • Cipolle 80 g
  • Sedano 60 g
  • Brodo vegetale 1 l
  • Aglio fresco 1 spicchio
  • Rosmarino 1 rametto
  • Timo 1 rametto
  • Parmigiano Reggiano DOP da grattugiare 40 g
  • Peperoncino essiccato 1 g
  • Olio extravergine d’oliva 30 g
  • Sale fino
  • Pepe nero

Per cominciare, fate scaldare il brodo vegetale già filtrato, poi tritate cipolla, sedano e carota. Dopodiché in una casseruola aggiungete un filo d’olio, insieme al trito che avete fatto poc’anzi e allo spicchio d’aglio scamiciato.
Con un po’ di brodo sfumate e lasciate stufare, nel frattempo, però, tagliate a piccoli pezzi la pancetta e poi versatela nella casseruola insieme agli altri ingredienti. Amalgamate bene il tutto e rimuovete l’aglio.
Quindi sciacquate attentamente le lenticchie sotto l’acqua corrente e poi versatele nella casseruola.
Infine, versate anche il peperoncino, la passata di pomodoro e i rametti di rosmarino (legateli con un po’ di spago da cucina, in modo da poterli rimuovere facilmente dopo).

Aggiungete il restante brodo vegetale e poi con il coperchio magico coprite la casseruola, fate cuocere per 40 minuti.
Dopo qualche minuto cominciate a rimuovere i rametti di rosmarino e versate la pasta.
Ci siamo quasi: aggiungete altro brodo e lasciate cuocere la pasta, se la preferite più brodosa aggiungete altro brodo. Quando sarà pronta aggiustate con sale, pepe e date una bella spolverata di parmigiano.
Dopo qualche minuto potete cominciare ad impiattare e servire a tavola.

Consigli e conservazione

Se non amate tutti gli ingredienti presenti nella pasta e lenticchie della nostra ricetta, potete sostituire ad esempio la pancetta con delle croste di parmigiano, in modo da avere comunque un qualcosa in più nel sapore. Ma se pretendente ancora qualcosa in più in termini di cremosità, potete aggiungere anche qualche cubetto di patate.
Nel caso dovesse avanzare della pasta, potete benissimo conservarle nel frigorifero per massimo due giorno (ovviamente all’interno di un contenitore sigillato molto bene).

 

immagine di burrofuso.com