Spaghetti, cacio e pepe originale

Spaghetti, cacio e pepe originale

Un piatto di origine romana ma che nel corso del tempo è diventato un simbolo di tutto il paese: stiamo parlando degli spaghetti, cacio e pepe originale. Un piatto che mette d’accordo tutti gli amanti della pasta e non.

Ingredienti

Spaghetti 320 g

Pepe nero in grani

Pecorino romano stagionatura media, da grattugiare 200 g

Sale fino

 

Prima di cominciare a preparare il tutto, grattate 200 grammi di pecorino. Poi mettete a bollire l’acqua in un tegame (riempitelo a metà, in modo da essere più ricca d’amido) e dopo aggiungete il sale. Calate gli spaghetti e fateli cuocere il giusto tempo. Nel frattempo versate i grani di pepe su un tagliere e cominciate a schiacciarli. In questo modo otterrete un profumo del pepe bello pungente.

Successivamente mettete il pepe schiacciato in una padella, tostatelo a fuoco lento e mescolatelo con una paletta di legno. Aggiungetegli anche un paio di mestoli di acqua della cottura della pasta. Appena gli spaghetti saranno al dente, li verserete nella padella con il pepe tostato, in modo da proseguire la cottura. Durante la cottura smuovete ogni tanto la pasta, in modo da non farla attaccare e aggiungete anche un mestolo d’acqua.

Nel frattempo versate metà del pecorino grattugiato in una ciotola insieme ad un po’ d’acqua di cottura della pasta e mescolate il tutto. Unite poi l’altra metà di pecorino (tenendone ancora un po’ da parte per condire la pasta dopo) insieme ad altra acqua. Fate attenzione a gestire bene le dosi se volete assicurarvi degli spaghetti, cacio e pepe originale da fare invidia agli altri.

Un altro po’ di pazienza…

Adesso terminate la cottura della pasta e aggiungete un altro poco di acqua calda, ma solo se necessario. Mescolate per poco tempo la crema di pecorino e versatela sugli spaghetti in padella. Durante l’operazione smuovete gli spaghetti e versateci su anche il pecorino che avevate messo da parte. Ci siamo, i vostri spaghetti, cacio e pepe originale sono pronti!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *