Fritto di calamari ricetta

Fritto di calamari ricetta

Il fritto di calamari è una ricetta della tradizione culinaria italiana, un classico che ormai è finito in qualsiasi libro di cucina, ma anche sulla maggior parte dei menù di ristoranti con cucina di mare.
Del resto, parliamo di una pietanza amata sopratutto dai più piccoli, che spesso e volentieri non mangiano tantissimo pesce. Invece, preparando questo piatto i genitori riescono a farglielo mangiare.
Le modalità per gustare questi simpatici anellini sono davvero tante, ma in questo articolo vedremo come prepararli friggendoli. E diciamoci la verità, il cibo fritto ha un suo perché, è impossibile rinunciarci (occhio però a non esagerare).
Vi anticipiamo fin da subito che questo piatto va servito come secondo o se preferite come antipasto…

Ingredienti

La quantità di ingredienti selezionata, vi permetterà di preparare 4 porzioni di fritto di calamari con la nostra ricetta. Niente paura se non siete dei maghi ai fornelli, questa pietanza può prepararla davvero chiunque, non presenta nessuna difficoltà particolare. Fate molta attenzione però ai tempi di cottura dei calamari, la forte temperatura dell’olio potrebbe seccarli in un attimo. Non vi distraete!
Inoltre, è anche molto veloce da preparare, occorrono all’incirca 30 minuti.

  • Calamari 800 g
  • Farina 00 200 g
  • Sale fino
PER FRIGGERE
Olio di semi di arachide 1

Per cominciare, occupatevi della pulizia dei calamari: sciacquateli sotto l’acqua corrente e poi separate la testa dal mantello. Dopodiché, eliminate anche la penna di cartilagine all’interno del mantello.
Quindi fate un’altra bella sciacquata ai calamari (possibilmente sempre sotto l’acqua corrente) ed estraete tutte le interiora dal mantello. Infine rimuovete anche la pelle esterna aiutandovi con un coltellino e le pinne.
Adesso tagliate il mantello, facendo dei piccoli anelli ed eliminate il dente dai tentacoli, spingendo verso l’esterno.
Mettete tutto in un colino, in modo da far perdere tutta l’acqua in eccesso ai calamari.

Mettete su un vassoio la farina e disponetela in modo omogeneo, in modo da sistemare tutti i calamari. Poi sul fuoco fate scaldare una padella con l’olio a 170° e cominciate a friggere un paio di anelli alla volta per circa 3/4 minuti. Vi accorgerete che saranno pronti quando diventeranno dorati e croccanti.
Quindi scolateli in una schiumarola e poneteli su un vassoio con carta da forno (in modo da fargli perdere tutto l’olio in eccesso). Per concludere, regolate a vostro piacere con il sale e con un po’ di limone.
Se avete seguito passo passo la nostra ricetta, starete gustando un piatto dal sapore unico!

Conservazione e consigli

Come ben sapete, per ogni ricetta da noi suggerita non mancano mai i nostri consigli finali… Quindi, vi consigliamo di consumare al momento il fritto di calamari preparato con la nostra ricetta, la congelazione non è proprio una buona idea…
Come vi abbiamo detto ad inizio articolo, potete anche pensare di servire questa pietanza come contorno. E quindi, perché non abbinarla a qualche altra cosa? Potete optare per un’insalata mista, per delle patate al forno o se preferite anche per una dadolata di verdure. A voi la scelta…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *