Gelato pinguino fatto in casa

Gelato pinguino fatto in casa

Il gelato pinguino fatto in casa è uno dei più amati di sempre, sia dai grandi che dai più piccoli. Questo simpatico gelato nasce a Torino nel 1939 (in una storica pasticceria) e detiene il primato di essere il primo su stecco. Le varianti sono davvero tante: c’è chi lo preferisce con la cioccolata scura, bianca, con la granella di nocciole, ecc.
E infatti, nel corso degli anni non sono mancate le numerose offerte commerciali da parte dei vari brand.

Gelato pinguino fatto in casa, ingredienti

Con la quantità di ingredienti da noi selezionata per preparare il gelato pinguino fatto in casa, potete ricavare ben 6 pezzi. La difficoltà di questa ricetta è veramente bassissima, quindi tutti possono provare a realizzarla senza problemi. Il tempo di preparazione è di circa 50 minuti.

INGREDIENTI PER 6 PINGUINI
Latte 300 ml
Panna fresca liquida 125 g
Baccello di vaniglia 1
Zucchero 125 g
PER LA RICOPERTURA
Cioccolato fondente 200 g
Cioccolato bianco 200 g
Granella di nocciole

Per cominciare, versate il latte nel pentolino insieme allo zucchero, la panna e il baccello di vaniglia e cominciate a mescolare (per far bollire prima utilizzate il coperchio magico). Attenzione a non portare la fiamma ad una temperatura superiore agli 85°. Dopo un po’ versate il composto all’interno di un contenitore con acqua e ghiaccio, in modo da far abbassare velocemente la temperatura. Quando si sarà raffreddato completamente versatelo direttamente in una gelatiera. Fate mantecare per una mezz’ora. Adesso, munitevi degli stampi in silicone e degli stecchini in modo da riempire i primi con il gelato. Quindi fate pressione sullo stampo, livellate con attenzione ed infine inserite gli stecchini. Metteteli nel congelatore per tutta la notte!

Il mattino seguente sciogliete il cioccolato fondente e quello bianco nel microonde per qualche minuto, poi lasciateli raffreddare entrambi a temperatura ambiente. È arrivato il momento di cacciare fuori dal freezer i gelati, visto che saranno diventati più che solidi. Cominciate ad immergerne tre all’interno del cioccolato fondente, dopodiché metteteli nel freezer sopra la carta da forno per un oretta. Se volete, potete anche aggiungere la granella di nocciole subito dopo che li avrete immersi (non più tardi perché il cioccolato si sarà solidificato).
Non vi resta che immergere gli altri tre nel cioccolato bianco. Anche qui stesso discorso: poneteli nel freezer sulla carta da forno per circa un ora. Una volta che si saranno raffreddati potete utilizzare il cioccolato fondente avanzato per decorarli con un cucchiaino.
Ci siamo, potete gustare finalmente i vostri gelati!

Conservazione e consigli

Contrariamente a come vi indichiamo nella maggior parte delle nostre ricette, come è facile intuire, il gelato pinguino fatto in casa può essere conservato nel freezer per circa 15 giorni. Quindi se esagerate con le porzioni e dovesse avanzarne qualcuno, non fatevi nessun problema a conservarli.
Una simpatica chicca che vogliamo darvi è riferita alla decorazione. Nell’articolo vi abbiamo suggerito di poter decorare il gelato con la granella di nocciola, ma il pistacchio è un vero e proprio peccato di gola…rinunciarvi è quasi impossibile!
Inoltre, se non amate particolarmente la cioccolata, potete anche optare per il gelato alla frutta, sempre gradito, specialmente durante questo periodo.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *